Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2758

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2762

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/revslider/includes/output.class.php on line 3684

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/wordfence/models/block/wfBlock.php on line 536

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/wordfence/models/block/wfBlock.php on line 537

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/wordfence/models/block/wfBlock.php on line 539

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/wordfence/models/block/wfBlock.php on line 554

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/wordfence/models/block/wfBlock.php on line 557

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php:2758) in /homepages/37/d714142571/htdocs/wp-content/plugins/wp-super-cache/wp-cache-phase2.php on line 1164
Proteggere le articolazioni dei cani, anche nei mesi più freddi

Proteggere le articolazioni dei nostri quattrozampe, anche nei mesi più freddi

//Proteggere le articolazioni dei nostri quattrozampe, anche nei mesi più freddi

In piena stagione invernale gli acciacchi fisici possono essere sgradevoli “compagni di vita” per molti di noi bipedi. Ci riferiamo in particolare ai disturbi legati ad articolazioni e cartilagini che, complici le basse temperature e gli sbalzi termici, possono aggravarsi e rendere difficoltosi e dolorosi i movimenti.

La stessa situazione può riguardare anche i nostri inseparabili animali domestici, in particolare quelli che, per predisposizione di razza o per una forma fisica non ottimale, possono risentire delle temperature rigide di questi mesi.

È bene ricordarlo e prestare attenzione ai segnali che loro ci trasmettono!

Ehi, ti osservo!

Prima di tutto è fondamentale osservare il nostro animale e i suoi comportamenti. Essi sono infatti la più semplice e diretta modalità con la quale lui ci potrà comunicare le sue sofferenze. Nessuno meglio del suo proprietario saprà interpretare i suoi atteggiamenti e movenze. Ed ecco alcuni segnali che dobbiamo tenere in grande considerazione:

  • se il nostro animale tende a leccarsi o a mordicchiarsi frequentemente le zampe
  • se il suo comportamento ed il suo umore variano improvvisamente
  • se “abbandona” la sua proverbiale vivacità divenendo al contrario pigro nel camminare
  • se tende ad opporre resistenza e a rimanere indietro in passeggiata
  • se dimostra difficoltà nel salire e scendere le scale o nei movimenti più comuni
  • se ha un’andatura zoppicante o assume posture anomale

Insomma, se il “nostro” manifesta uno o più dei precedenti segnali, è bene contattare al più presto il proprio veterinario di fiducia.

Passeggiate in inverno? Sì, con le dovute attenzioni e cautele!

Alcune stime segnalano che ben 2 cani adulti su 10 siano vittime di dolori alle articolazioni. Ma il problema non riguarda solamente i cani adulti: anche soggetti più giovani e cuccioli possono soffrirne e, in casi come questi, non agendo tempestivamente si può correre il rischio di dover intervenire solo in un secondo momento, con problematiche già in stadio avanzato.

Un buon modo per aiutare la tonicità muscolare ed articolare dei nostri animali è sicuramente quello di mantenerli attivi e di stimolare il loro movimento. In questo periodo dell’anno, però, condizioni atmosferiche come freddo, pioggia ed umidità possono accentuare queste sensazioni di dolore.

In questi mesi, perciò, limitiamoci a qualche passeggiata non particolarmente impegnativa (evitando quindi salite faticose o percorsi sconnessi) e di durata contenuta (20-30 minuti possono essere una buona tempistica).

Un aiuto in più? Una sana alimentazione

Alimentare in modo corretto il proprio animale può essere un valido contributo per la gestione di queste patologie, sia perché lo aiuterà ad evitare il sovrappeso sia perché alcuni alimenti complementari specificamente pensati possono risultare un valido aiuto.

Artosalus e Condrosalus, due preziosi aiuti

Proprio per questo Camon propone Artosalus e Condrosalus, 2 alimenti complementari dietetici utilizzabili anche in combinazione e ideali per un uso quotidiano, che supportano il benessere e la qualità della vita dei quattrozampe.

Artosalus è un aiuto lenitivo indicato per essere somministrato nei casi di artrite e di artrosi grazie alla sua speciale formula a base di Acidi Grassi, Artiglio del Diavolo, Boswellia, Ribes Nero e Spirea, noti per gli effetti sul dolore e sull’infiammazione tessutale. Artosalus è utile in soggetti giovani, adulti e anziani, sia in situazioni croniche che acute.

Condrosalus è, invece, pensato per rinforzare e mantenere elastiche le cartilagini degli animali in crescita o predisposti a particolari patologie legate alla razza. La sua efficacia è frutto della sinergia di Glucosamina, Condroitin Solfato, MSM, Collagene, Acido Ialuronico, EPA e DHA, con alcuni estratti vegetali: Equiseto e Boswellia Serrata.

Naturali, appetibili, utilizzabili anche in sinergia

Artosalus e Condrosalus sono disponibili nelle confezioni da 30 e da 60 compresse appetibili e di facile somministrazione: sarà sufficiente aggiungere le compresse nella ciotola del cibo oppure anche da sole lontano dai pasti.